Firmware 4.2.1 per Bebop 2

È uscita la versione 4.2.1 del firmware per il Bebop 2. Si tratta di una versione corretta del firmware 4.2.0, poi rimosso, che aveva dato diversi problemi ad alcuni utenti (tra cui il sottoscritto). Le note di rilascio di Parrot:

  • Risolto un bug che impediva la calibrazione dopo l’aggiornamento.
  • Risolto un bug che impediva la calibrazione con movimenti troppo lenti.
  • Migliorata la dolcezza nei movimenti della camera (4.2.0)

Ho effettuato l’aggiornamento al mio Bebop 2 attraverso la app FreeFlight Pro 4 ed è andato a buon fine senza difficoltà. Ho anche effettuato un breve volo di prova potendo constatare che effettivamente lo spostamento dell’inquadratura è ora estremamente più dolce.

Firmware 4.2.1 per Bebop 2

Parrot rimuove il firmware 4.2.0

Senza darne comunicazione sui canali ufficiali, Parrot ha rimosso il firmware 4.2.0 per il Bebop 2. Sul sito web l’ultimo firmware disponibile per il download risulta essere quello con versione 4.0.6 (la versione che precedeva la 4.2.0). La mia ipotesi è che nella versione 4.2.0 è stato identificato un qualche problema serio e che si sia deciso di rimuoverla. Se la mia ipotesi fosse corretta con ogni probabilità avremo un prossimo aggiornamento nei prossimi giorni.

AGGIORNAMENTO Sul forum americano di Parrot ho trovato questo messaggio che ha confermato la mia ipotesi:

Parrot rimuove il firmware 4.2.0

Problemi con il firmware 4.2.0

Pochi giorni fa Parrot ha rilasciato la versione 4.2.0 del firmware per il Bebop 2. Le note di rilascio di Parrot riferiscono questi cambiamenti:

  • Risolto un problema che raramente portava ad inutili richieste di calibrazione con i dispositivi iOS.
  • Risolto un problema che raramente portava ad un errore nella gestione del sensore ad ultrasuoni.
  • Ridotto il tempo di avvio del software del drone.
  • Risolti altri bug minori.

Negli ultimi giorni ho tentato più volte di utilizzare questa versione del firmware, ma mi è stato impossibile in quanto con questa versione il GPS non aggancia più, neppure dopo aver lasciato il Bebop all’aperto acceso per venti minuti ed inoltre la calibrazione non sembra venire memorizzata. Viste queste premesse non mi sono azzardato a far volare il drone quindi non so se si tratta degli unici problemi o se ve ne siano altri.

La cosa buffa, in modo amaro, è che il primo problema dichiarato “risolto” da Parrot non mi si era mai presentato con la precedente versione, mentre adesso è stato introdotto in modo persistente.

Ho ovviamente provato a fare un downgrade alla versione 4.0.6 e posso confermare che con questa versione torna a funzionare sia il fix del GPS che la calibrazione. Ho provato anche a reinstallare il nuovo firmware sia con la procedura classica attraverso la app, sia con una chiavetta USB, ma il risultato non è cambiato.

Per quanto mi riguarda questa versione del firmware è NON UTILIZZABILE ed io consiglio, se avete i miei stessi problemi, il downgrade alla 4.0.6.

Per le prove ho utilizzato FreeFlight 4.3.10 per iOS, ma gli stessi problemi li ho riscontrati anche con Bebop PRO 3.2 e con FTD FlyToDiscover 1.5.0.

AGGIORNAMENTO: Dopo innumerevoli tentativi facendo il downgrade alla versione 4.0.6 e poi l’aggiornamento alla 4.2.0 adesso, misteriosamente, tutto sembra funzionare. È possibile effettuare la calibrazione del drone ed il fix GPS avviene nei tempi consueti. Nei prossimi giorni spero di poter volare per verificare il funzionamento del drone e per testare la nuova modalità di spostamento dell’inquadratura che pare essere stata migliorata in modo consistente. L’aggiornamento che ha portato a questo risultato definitivo è stato effettuato attraverso l’app con iPad. L’app FreeFlight Pro era stata precedentemente rimossa e reinstallata nel tablet.

A questo punto non so cosa consigliare a chi dovesse aver riscontrato i problemi che ho avuto io fino ad oggi se non provare ad effettuare il downgrade e successivamente rifare l’aggiornamento. In generale consiglio comunque di NON VOLARE se è impossibile agganciare il GPS e fare la calibrazione, come succedeva a me.

Problemi con il firmware 4.2.0

Downgrade del firmware del Bebop

A partire dalla versione 4.0.4 del firmware la procedura di downgrade è cambiata. Se nel vostro Bebop Drone o Bebop 2 è attualmente installata una versione del firmware superiore alla 4.0.4 dovrete seguire la procedura descritta qui di seguito, altrimenti dovrete usare la vecchia procedura che avevo descritto in un precedente articolo raggiungibile da questo LINK.

Per prima cosa procuratevi il file con il firmware che desiderate installare. I file delle vecchie versioni di firmware che ho raccolto in questi anni si trovano nella stessa pagina indicata qui sopra.

 

Una volta scaricato il firmware desiderato vi serviranno un client Telnet (per Windows potete usare PuTTY, mentre con OS X basta avviare la finestra del terminale) ed un client FTP (ad esempio FileZilla, disponibile sia per Windows che per OS X). Procurandovi i client adatti potete effettuare il downgrade anche con altri sistemi operativi, come ad esempio Linux, Android o iOS.

  • Accendete il Bebop e collegatevi alla sua rete WiFi.
  • Premete per 4 volte in rapida successione il tasto d’accensione del Bebop. Questa operazione attiva la porta Telnet.
  • Avviate il vostro client Telnet e connettetevi all’indirizzo 192.168.42.1 lasciando in bianco i campi “nome utente” e “password”.

A questo punto dovrebbe apparirvi un messaggio simile a questo:

BusyBox v1.25.0 (2017-06-29 09:25:56 CEST) built-in shell (ash)
Enter 'help' for a list of built-in commands.
/ #
  • Digitate il testo seguente seguito da ENTER.
  • mount -o remount,rw /
  • Digitate il testo seguente seguito da ENTER.
  • vi /bin/updater/dgwl.txt

A questo punto vi apparirà il contenuto del file “dgwl.txt” che andrà modificato:

# List of firmware versions to which a downgrade is allowed
# Regexps are basic regular expressions (BRE). See grep(1) manpage on a
# linux desktop to get the correct syntax (especially metacharacters escapes).
0\.0\.0
3\.3\.[0-9]\+
  • Pigiate il tasto “i” per entrare in modalità d’inserimento del testo.
  • Usate i tasti con le frecce per portare il cursore dopo l’ultimo carattere, il “+”.
  • Aggiungete un “a capo” con ENTER.
  • Digitate in numero di versione del firmware che volete installare, 4.0.6 nell’esempio qui sotto:
    # List of firmware versions to which a downgrade is allowed
    # Regexps are basic regular expressions (BRE). See grep(1) manpage on a
    # linux desktop to get the correct syntax (especially metacharacters escapes).
    0\.0\.0
    3\.3\.[0-9]\+
    4.0.6
  • Usate il tasto “ESC” per uscire dalla modalità d’inserimento del testo.
  • Digitate il testo seguente seguito da ENTER per salvare le modifiche.
  • :wq
  • A questo punto avviate il client FTP e collegatevi all’indirizzo 192.168.42.1 senza indicare né nome utente né password ed inviate il file del firmware nella cartella internal_000 del Bebop.
  • Tornate al client Telnet e digitate il seguente comando seguito da ENTER.
  • /bin/updater/updater_scan.sh /data/ftp/internal_000
  • Il Bebop dovrebbe rispondervi con un messaggio di questo tipo:
  • [FIRMWARE UPDATER] Boot #4 : Scanning /data/ftp/internal_000 for updates ...
    [FIRMWARE UPDATER] Boot #4 :  searching PLF file named *.plf...
    [FIRMWARE UPDATER] Boot #4 : Testing /data/ftp/internal_000/bebop2_update.plf
    [FIRMWARE UPDATER] Boot #4 :  Checking the downgrading whitelist /bin/updater/dgwl.txt...
    [FIRMWARE UPDATER] Boot #4 :    whitelist: # List of firmware versions to which a downgrade is allowed
    # Regexps are basic regular expressions (BRE). See grep(1) manpage on a
    # linux desktop to get the correct syntax (especially metacharacters escapes).
    0\.0\.0
    3\.3\.[0-9]\+
    4.0.6
    [FIRMWARE UPDATER] Boot #4 :    search result: 4.0.6
    [FIRMWARE UPDATER] Boot #4 :  downgrading allowed by whitelist
    [FIRMWARE UPDATER] Boot #4 : Sending
    /data/ftp/internal_000/bebop2_update.plf to the Update partition
    [FIRMWARE UPDATER] Boot #4 : Move command is <mv>
  • L’ultimo comando da dare sarà il seguente, seguito da ENTER.
  • reboot

Il Bebop si riavvierà ed inizierà la procedura di installazione del firmware. Quando la procedura sarà terminata (occorrono alcuni minuti durante i quali il drone si riavvierà diverse volte) sarà possibile connettersi con FreeFlight e verificare che il firmware desiderato sia installato.

Downgrade del firmware del Bebop

FreeFlight Pro 4.3.8

È stata appena rilasciata la versione 4.3.8 di FreeFlight Pro che, a detta di Parrot, ne migliora la stabilità. Ho effettuato alcune prove di volo e l’app in due casi si è chiusa inaspettatamente. Nessun problema di pilotaggio perché lo SkyController ha mantenuto la connessione ed il Bebop è rimasto governabile, ma non ricordo mi fosse mai successa una cosa simile in volo. Al riavvio FreeFlight Pro si è prontamente riconnessa allo SkyController entrambe le volte.

FreeFlight Pro 4.3.8

FreeFlight Pro 4.3.7

Il 16 maggio scorso è stata rilasciata la versione 4.3.7 per iOS della app di pilotaggio FreeFlight Pro. Le note di rilascio di Parrot parlano di alcune nuove funzioni per il Disco e di generici bug fixes per il Bebop. Oggi l’ho provata per la prima volta. Ho notato solo che i caratteri degli indicatori di velocità, quota, distanza e di carica delle batterie durante il volo sono più piccoli di come ricordavo.

IMG_0186

Pare che invece la versione per Android abbia problemi e che l’app vada in crash. Per fortuna (almeno in questo caso) io utilizzo iOS e non ne ho avuto conferma diretta. Sembra comunque che sia possibile aggirare il bug, almeno fino a che non verrà risolto da Parrot, impostando l’inglese come lingua sullo smartphone o sul tablet Android che viene utilizzato per pilotare il drone.

FreeFlight Pro 4.3.7

Firmware 4.0.6

Parrot ha appena rilasciato la versione 4.0.6 del firmware per Bebop Drone e Bebop 2. La nota di rilascio di Parrot dice:

  • Correzione di un bug nel sistema di stima del livello della batteria che poteva avere effetto sull’autonomia.
  • Correzione di un bug che non permetteva una corretta visualizzazione della versione del GPS.
  • Correzione di bug minori.

Ho fatto un volo di test per verificare se fosse cambiata l’autonomia di volo. Ho ricevuto alcune segnalazioni di un presunto calo dell’autonomia con la precedente versione del firmware, calo che io non ho constatato in una prova pratica di alcuni giorni fa. Resta il fatto che Parrot ha scritto esplicitamente nelle note di rilascio del firmware 4.0.6 che qualcosa a livello di “stima del livello della batteria” è cambiato e quindi ho deciso di riprovare un volo in hovering con questo nuovo firmware.

Questa volta c’era un venticello teso e quindi non mi ha stupito molto constatare come questo volo sia durato meno del precedente: 20 minuti e 25 secondi contro 23 minuti e 31 secondi. Restiamo comunque in quella che, a mio parere, è la normale autonomia del Bebop 2 ovvero di circa 20 minuti con una batteria originale. Ma allora cosa è cambiato? Al decollo mi è parso di notare come l’autonomia residua indicata dall’app non fosse scesa velocemente come era accaduto con la prova effettuata con la versione 4.0.5 e questa sensazione è stata confermata dal confronto dei due grafici:

BatteryTest
Firmware 4.0.5

Con il firmware precedente la curva di scarica aveva un andamento leggermente esponenziale e l’indicazione del 50% era avvenuta dopo circa 10 minuti di volo (quindi quasi due minuti prima della metà della durata del volo). L’indicazione del 15% (quando suona l’allarme di batteria bassa) è scattato 6 minuti e 30 secondi prima dell’atterraggio automatico per batteria esaurita.

IMG_0187
Firmware 4.0.6

Il firmware 4.0.6 mostra invece una curva di scarica con un andamento leggermente logaritmico, soprattutto nella seconda metà del volo. Anche qui l’indicazione del 50% è avvenuta dopo circa 10 minuti di volo ma il volo, lo ricordo, è stato più breve. L’allarme di batteria bassa corrispondente al 15% della carica è scattato solo 2 minuti e 20 prima dell’atterraggio automatico per batteria esaurita.

Insomma pare che con un piccolo trucco matematico Parrot abbia fatto in modo che l’indicazione audiovisiva di batteria in esaurimento venga ritardato con il nuovo firmware. La durata totale del volo non cambia, ma spesso il pilota, soprattutto se ha poca esperienza, atterra quasi subito quando sente l’allarme e quindi forse avrà la sensazione che la sua batteria duri di più con il firmware 4.0.6.

Firmware 4.0.6