Downgrade del firmware del Bebop

Attenzione! Con le ultime versioni del firmware del Bebop Drone e del Bebop 2 questa procedura per il downgrade non è più valida. Se nella directory principale del Bebop non trovate il file version.txt dovrete utilizzare la nuova procedura descritta a questo LINK.

Per verificare se è il nuovo firmware che causa il blocco del motore che riscontro sul mio Bebop ho voluto provare ad effettuare un downgrade ad una versione precedente. Dico subito che il problema col motore si è presentato anche con la vecchia versione del firmware e quindi prende corpo la possibilità che il mio motore anteriore sinistro sia guasto.

Ad ogni modo questa prova mi è servita ad imparare come effettuare il downgrade del firmware e più in generale come poter installare o reinstallare un firmware sul Bebop usando il PC. Questa procedura è un po’ “da smanettoni” e può comportare dei rischi se non eseguita correttamente, quindi vi sconsiglio di provarci se non avete un minimo di conoscenze informatiche. Volutamente non spiegherò nel dettaglio alcuni passaggi: se non siete in grado di inviare un file in FTP o di attivare una connessione Telnet probabilmente è meglio che lasciate perdere quanto segue.

Per prima cosa avrete bisogno di scaricare sul vostro computer il file con l’immagine del firmware da installare. Sul sito di Parrot è presente solo l’ultima versione quindi se volete una versione precedente sarà necessario scaricarla tra cliccando la versione corretta qui sotto. Occorre prestare attenzione a non confondere i firmware per il Bebop Drone da quelli per il Bebop 2. Eccovi i link:

Firmware per Bebop Drone:

Firmware Bebop Drone – 1.32.0

Firmware Bebop Drone – 1.98.8

Firmware Bebop Drone – 1.98.10

Firmware Bebop Drone – 2.0.28

Firmware Bebop Drone – 2.0.29

Firmware Bebop Drone – 2.0.57

Firmware Bebop Drone – 3.2.0

Firmware Bebop Drone – 3.3.0

Firmware Bebop Drone – 4.0.4

Firmware Bebop Drone – 4.0.5

Firmware Bebop Drone – 4.0.6

Firmware per Bebop 2:

Firmware Bebop 2 – 4.0.3

Firmware Bebop 2 – 4.0.4

Firmware Bebop 2 – 4.0.5

Firmware Bebop 2 – 4.0.6

Firmware Bebop 2 – 4.2.0

Firmware Bebop 2 – 4.2.1

Una volta scaricata la versione desiderata seguite questi passi:

Attenzione! A partire dalla versione 3 del firmware la porta Telnet del Bebop è chiusa per default. Per attivare la porta Telnet è necessario, a drone acceso, pigiare brevemente il pulsante di accensione per quattro volte consecutive.

  • Connettere il PC alla rete WiFi del Bebop
  • Avviare un client Telnet e connettersi all’indirizzo 192.168.42.1
  • Digitare “mount -o remount,rw /” seguito da ENTER
  • Digitare “vi version.txt” seguito da ENTER
  • Digitare “r0” (erre minuscolo, zero) per modificare la prima cifra della versione in “0”. In questo modo si farà credere al Bebop di avere una vecchia versione del firmware e quindi lui effettuerà l’aggiornamento
  • Digitare “:wq” seguito da ENTER per salvare le modifiche al file
  • Connettersi in FTP all’indirizzo 192.168.42.1 ed inviare il file “updater_payload.plf” nella cartella “internal_000”
  • Disconnettersi da FTP e tornare in Telnet
  • Digitare “/bin/updater/updater_scan.sh /data/ftp/internal_000” seguito da ENTER (attenzione allo spazio dopo “.sh”)
  • A questo punto visualizzerete una scritta tipo questa:
[FIRMWARE UPDATER] Boot # :
Scanning /data/ftp/internal_000
for updates ...
Testing /data/ftp/internal_000/updater_payload.plf
PLF:1.32.0 VER:0.98.8
[FIRMWARE UPDATER] Boot # :
Sending /data/ftp/internal_000/updater_payload.plf
to the Update partition
  • Digitare “reboot” seguito da ENTER
  • Attendere con pazienza l’installazione del firmware. Durante l’installazione il LED lampeggerà sia in verde che in arancio ed il Bebop eseguirà il test dei motori. Quando la ventola di raffreddamento si sarà avviata l’installazione sarà terminata

Potrete verificare che il nuovo firmware sia installato leggendone la versione in FreeFlight Pro.

Annunci
Downgrade del firmware del Bebop

Problemi al bebop

Desideroso di provare subito la versione 1.98.8 del firmware del Bebop sono passato al mio abituale “campo di volo” prima di andare al lavoro. Dopo aver effettuato tutte le procedure ho fatto decollare il drone che appariva molto stabile. Fiducioso l’ha fatto allontanare da me per quasi 500 metri: il video presentava una latenza notevole ed andava a scatti, ma l’indicatore di segnale dello SkyController mostrava ancora due LED accesi. A questo punto ho pigiato il tasto HOME per farlo tornare ed il Bebop è tornato verso di me mantenendo una quota di 10 metri e poi giunto nei miei paraggi è sceso fino a quota 1 metro (ha mancato la posizione di decollo di non più di 3 metri). Insomma fin qui è andato tutto bene. Ho fatto diverse altre prove allontanando il drone e facendolo tornare con la funzione HOME. Dopo cinque o sei minuti di volo, mentre Bebop si trovava ad un paio di centinaia di metri da me in hoovering e ad una quota di circa 5 metri con mio stupore l’ho visto cadere improvvisamente e sul display è apparsa la scritta “Motor Problem”. Andando a vedere nel dettaglio veniva indicato un errore di “Motore bloccato” riferito al motore anteriore sinistro. Non sono in grado di dire se il Bebop sia caduto a causa di questo blocco o se viceversa il blocco sia stata una conseguenza della caduta. Dopo una mezzora di panico dovuto al fatto che, pur avendolo visto cadere, ho faticato parecchio a ritrovarlo nel campo, per fortuna l’ho recuperato. Ad un esame esterno non aveva subito alcun danno. L’ho spento e riacceso e di nuovo mi è apparso un errore relativo al motore anteriore sinistro, questa volta il messaggio recitava “Fase motore guasta”. Ho effettuato a questo punto un reset del drone (dimenticandomi di effettuare prima il download del video e dei dati di volo tra l’altro e quindi perdendoli) e questa vlta si è acceso senza errori. Speranzoso ho effettuato un nuovo decollo mantenendo questa volta Bebop basso e nei paraggi: dopo neanche 10 secondi di volo il Bebop (che questa volta era davvero vicino a me) ha spento i motori ed è conseguentemente caduto. Di nuovo l’errore segnalato era “Motore bloccato” e sempre riferito all’anteriore sinistro. Le mie prove sono a questo punto finite e sono andato al lavoro.

Io non so cosa possa essere successo. È vero che avevo appena effettuato l’aggiornamento del firmware, ma mi sembra di averlo fatto con cura e non ho sentito altri a cui questa versione abbia dato particolari problemi. Potrebbe essersi guastato il motore (il fatto che l’errore sia sempre riferito all’anteriore sinistro credo possa essere un indizio a favore di questa ipotesi), ma per esserne certo dovrei provare a sostituirlo. Per il momento ho provato a scrivere all’assistenza di Parrot descrivendo quanto mi è accaduto e resto in attesa di notizie da parte loro.

Problemi al bebop

Bebop: nuova versione del firmware

È appena uscita la versione 1.98.8 del fimware per il Bebop e l’ho appena installata. Sulla carta queste sono le novità:

  • Miglioramento della stabilità durante il volo, compreso quello a quote alte.
  • Miglioramento della qualità della registrazione video con notevole diminuzione dei fotogrammi neri che a volte apparivano e migliore stabilizzazione del video.
  • Miglioramento dell’accuratezza della localizzazione GPS e della funzione Return To Home.
  • Maggiore precisione nei tracciati GPS della Drone Academy.
  • Ora il blocco dei motori per angolo eccessivo avviene solo sotto i 3 metri di quota.
  • Visualizzazione della distanza, quota e velocità in FreeFlight (ma non era già così con la versione 1.33?)
  • Miglioramento della funzione di decollo (quota e stabilità).
  • Rimozione di diversi bug.

Spero di riuscire a fare un volo di prova già oggi.

Bebop: nuova versione del firmware

Bebop: qualche trucchetto

  • Se utilizzate un computer Apple con OS X, per scaricare le immagini ed i video dal Bebop con il cavo USB dovrete installare l’applicazione “Android File Transfer” che è scaricabile gratuitamente cliccando sull’icona qui sotto.

Android File Transfer

  • Se con il Bebop acceso mantenete premuto per 5 secondi il pulsante di accensione e poi lo rilasciate il LED passerà da verde a giallo e poi di nuovo a verde. Questa operazione permette di reimpostare il canale WiFi del Bebop su “AUTO” nella banda 2.4 GHz.
  • Se con il Bebop acceso mantenete premuto per 10 secondi il pulsante di accensione il LED passerà da verde a rosso/giallo lampeggiante. A questo punto rilasciate il pulsante ed il LED lampeggierà giallo/verde per alcune decine di secondi e poi si spegnerà. Questa operazione resetta il Bebop e ne cancella la memoria interna. Ricordatevi di scaricare i dati di volo, le foto ed i filmati eventualmente presenti sul Bebop prima di effettuare un reset o andranno persi.
  • Per effettuare un reset dello SkyController dovrete essere connessi al Bebop. Una volta connessi mantenete premuti contemporaneamente i tasti REC e EMERGENCY per 10 secondi. A questo punto lo SkyController si riavvierà con tutti i parametri di default. Il reset dello SkyController è possibile solo se lo stesso ha installato il firmware 1.1.0.
  • Con la versione 1.2.3 del firmware è possibile reimpostare il canale WiFi dello SkyController a 6 tenendo pigiati i tasti REC e EMERGENCY per 5 secondi. Il manuale dello SkyController dice una cosa diversa, ma io ho verificato che é così. Ho pubblicato un video che mostra cosa accade.
Bebop: qualche trucchetto

I miei record con Bebop

Oggi ho provato a spingere un po’ il Bebop con lo SkyController, soprattutto per verificare se (come sostengono diversi utenti italiani) la versione 1.33 del firmware ha introdotto gravi problemi di disconnessione e di perdita di controllo del drone. Le prove sono state effettuate in tutta sicurezza in una ampia tenuta agricola pianeggiante ed utilizzando solo le frequenze e le potenze consentite in Europa. A causa della presenza di un vento fastidioso non ho voluto rischiare troppo.

  • Distanza: ho spinto il Bebop lontano da me, mantenendolo a circa 10 metri di quota per poco più di 300 metri. A questa distanza lo SkyController mi dava 2 led accesi di segnale ed il drone rispondeva ancora molto bene. Il video invece presentava una certa latenza.
  • Quota: ho fatto salire il Bebop fino a poco più di 60 metri da terra. Durante questa prova il drone si trovava a circa 30 metri da me (quindi un po’ troppo vicino rispetto alle condizioni ideali). Non c’erano problemi di segnale ne di risposta dei comandi. Il video presentava una moderata latenza. Non sono salito oltre a causa del vento, ma credo si potrebbe fare con una certa facilità in condizioni meteo ideali.
  • Velocità: per curiosità ho provato a mandare il Bebop avanti tutta per vedere a che velocità poteva arrivare. Ha raggiunto ma non superato i 10 metri al secondo (60 km/h) volando dritto ad una decina di metri da terra. Mi sono poi accorti che avevo lasciato il limite di inclinazione alla posizione di default ovvero 20 gradi. Probabilmente portandolo al massimo consentito, che è 30 gradi, sarebbe stato possibile superare questa velocità.

Inutile dire che non ho avuto alcuna disconnessione ne altri strani comportamenti pur avendo utilizzato il firmware 1.33 tanto vituperato.

I miei record con Bebop

Riparato il naso del Bebop

Come forse ricorderete alcuni giorni fa al mio piccolo Bebop si è parzialmente danneggiato il “naso”, ovvero la copertura il polistirolo della parte anteriore. Non era un danno grave, ma visto che il pezzo di ricambio è disponibile ad un prezzo moderato ho voluto porvi rimedio.

Per prima cosa ho sganciato il naso danneggiato togliendo le due viti che si trovano alla sua base, sotto alla batteria. A questo punto, con l’aiuto di un taglierino, ho staccato in naso dal drone.

Una volta messi a nudo la videocamera frontale ed il modulo GPS ho eliminato i residui di adesivo dai lati del circuito stampato. La confezione del naso di ricambio contiene anche due strisce adesive di ricambio e due nuove viti di bloccaggio.

Ed ecco il risultato finale, con il Bebop dotato del nuovo naso:

Se siete interessati alle operazioni eseguite nel dettaglio potete visionare questo video tratto dal canale Youtube di Parrot:

Riparato il naso del Bebop